Leggende di una Roma misteriosa: Porta Alchemica

La Porta Alchemica è situata a Piazza Vittorio Emanuele II conosciuta anche come Piazza Vittorio nella città di Roma.  In questo angolo di Rione Esquilino, si annida una meraviglia, una delle testimonianze alchemiche più importanti del mondo. La Porta Alchemica è l’unica sopravvissuta delle cinque porte di Villa Palombara.

Conosciuta anche come Porta Magica, Porta dei Cieli o Porta Ermetica, è stata edificata nella seconda metà del Seicento dal Marchese di Pietraforte, Massimiliano Palombara, grande appassionato di alchimia, esoterismo e frequentatore della corte romana della Regina Cristina di Svezia

La storia narra che in una notte tempestosa del 1680, un viandante bussò alla porta di Massimiliano di Palombara, un marchese esperto in magia nera. All’interno della casa, lo straniero poté osservare un’immensa biblioteca, contenente libri storici, filosofici e di magia. Il marchese, che studiava la creazione della pietra filosofale, invitò l’ospite inatteso per la notte. Il pellegrino chiese al padrone di casa il permesso di raccogliere delle erbe nel suo giardino, necessarie a effettuare alcuni esperimenti. Il mattino seguente non vi era più alcuna traccia del viandante, che nessuna guardia aveva visto uscire dall’abitazione.

Al suo posto era rimasta solamente una particolare polvere gialla, che altro non era se non oro purissimo. Oltre a tale sostanza, il marchese trovò anche una pergamena che conteneva la formula necessaria per ottenere la sostanza dorata, ma che, nonostante tutti gli esperimenti e studi, il marchese non riuscì mai a decifrare. Perciò egli prese la decisione di incidere la formula sullo stipite della porta della propria abitazione, ma mai nessuno è riuscito a risolvere l’enigma, che, secondo la leggenda, consente di trasformare qualsiasi metallo in oro puro.

I simboli alchemici che adornano gli stipiti sono una successione dei pianeti in associazione ai metalli.  La Porta Alchemica, rappresenta un passaggio storico, il rovesciamento dei simboli collegati al cristianesimo verso un nuovo modello spirituale che si stava andando a sviluppare nel corso del Seicento. Sul finire del 1800 la Villa venne demolita per la riqualificazione del rione. L’unica parte di Villa Palombara che si è salvata, è proprio la Porta Alchemica, ma l’attuale posizione non è quella originaria.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...